Vinyl, un viaggio nostalgico negli anni Settanta

Lunedì 15 febbraio 2016, su Sky Atlantic è andata in onda, in contemporanea con gli Stati Uniti, il primo episodio della serie HBO: Vinyl.

Mick Jagger alcuni anni fa ebbe l’idea di girare un film su una casa discografica newyorkese e la propose subito a Martin Scorsese. Dopo averne parlato i due decisero di trasformarla in una serie televisiva in collaborazione con Terence Winter, (I Soprano) e con lo scrittore Rich Cohen. Winter aveva già collaborato con Scorsese in “Boardwalk Empire” e nel film “The Wolf of Wall Street”.
Oltre ad un team creativo d’eccezione, anche il cast è composto da eccellenze come Bobby Cannavale (Boardwalk Empire, Blue Jasmine, Ant – Man), Ray Romano (Tutti amano Raymond, Parenthood), Paul Ben-Victor (The Wire) Olivia Wilde (Dr. House, Her) e molti altri.

 

 

La prima stagione, composta da 10 episodi, racconta la scena musicale nella New York anni settanta tra l’ascesa del rock e del punk. Protagonista è il produttore discografico Richie Finestra, fondatore e presidente dell’etichetta American Century Records, che non sta attraversando buon periodo ed è sul punto di essere ceduta. In una sola notte la vita di Richie cambia, si riaccende il suo amore per la Musica ma tutto il resto gli crolla sulle spalle.

 

image

 

Il Pilot  è stato scritto da Terence Winter e George Mastras, diretto da Martin Scorsese, e ha una durata di circa 2 ore.
Viene mostrato quasi subito il turning point del personaggio di Richie, che una sera del 1973 casualmente capita in un concerto dei New York Dolls (una band realmente esistita e tra le più importanti glam-rock degli anni settanta). La prima canzone che sente è “Personality Crisis”, cantata da David Johansen cantante dei New York Dolls e interpretato da Christian Peslak, è perfetta per il momento che sta passando ed entra in empatia con il protagonista.

 

Vinyl-HBO

 

Già dal pilot si percepisce l’atmosfera di quegli anni, la musica è una perfetta colonna sonora per questo viaggio negli anni settanta, per chi ha vissuto quegli anni o è appassionato di quel periodo.

Vinyl è la serie perfetta per queste sere invernali.

Martina Andrea Ponti

Martina Andrea Ponti

Nata a Milano il primo dell’anno del 1991. Dopo essersi laureata in Scienze Umanistiche della Comunicazione, dopo un anno di Specialistica in Scienze della Musica e dello Spettacolo, decide di cambiare tutto e trasferirsi a Torino per studiare Cinema e Media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *