Victoria, perché seguirla?

di Valentina Silvia D’Ambrosi

 

Se amate le atmosfere storiche, gli abiti pieni di pizzi e merletti e se gli intrighi a corte sono il vostro pane quotidiano, questa serie farà sicuramente per voi. Totalmente made in Britain, ed ideata dalla scrittrice Daisy Goodwin.
Andata in onda per la prima volta verso la fine di agosto, la serie si sviluppa in “soli” 8 episodi.
Con una trama che segue l’onda della serie in costume Downton Abbey, che terminata da poco ha lasciato un vuoto nel cuore di tutti i suoi numerosi fan, la storia racconta della giovane Alexandrina Victoria, interpretata da una splendida e dolcissima Jenna Coleman (conosciuta come la Clara Oswald di Doctor Who), che all’età di 18 anni si ritrova ad essere regina d’Inghilterra. Al momento della sua ascesa, la protagonista dovrà guidare l’enorme nazione affrontando l’astio di tutti. Avrà man forte da lord M, ovvero il primo ministro lord Melbourne, con il quale dall’inizio della storia acquista un’alchimia eccezionale, successivamente verrà consigliata da suo cugino nonchè futuro marito, Albert, con il quale vivrà una bellissima storia d’amore.

Perché seguire Victoria quindi?
Perché nonostante la trama sia storicamente poco corretta, scorre fluida arricchita da musiche, costumi e ambientazioni da sogno.
Perché Jenna Coleman si ritrova perfettamente nei panni di Victoria, una giovane donna che ha saputo governare il regno più importante d’Europa nel fiore della sua giovinezza.
Perché la serie essendo già iniziata si è rivelata ad ogni puntata sempre più intrigante e divertente.

Ma sopratutto è già stata annunciata una seconda stagione nel 2017 con uno speciale sul Natale.

Quindi siamo di fronte la nascita di una possibile serie di culto!