Il triste epilogo della storia di Jar Jar Binks

Se c’è un personaggio poco amato dai fan della saga di Star Wars, quello è sicuramente Jar Jar Binks!

Il Gungan, apparso per la prima volta in Episodio I – La Minaccia Fantasma, ha da subito attirato su di sé i peggiori commenti dei seguaci della saga di Lucas. Probabilmente, non è piaciuto il lato umoristico del personaggio.
Un umorismo a volte pesante, rivolto soprattutto ad accattivarsi le simpatie degli spettatori più giovani.

Un’operazione che però non ha portato da nessuna parte, visto il risentimento suscitato in gran parte della fanbase di Guerre Stellari.
Lucas è infatti stato costretto, nei due capitoli successivi della trilogia prequel, L’Attacco dei Cloni La Vendetta dei Sith, a diminuire notevolmente lo spazio dedicato a Jar Jar. Purtroppo, nel poco spazio che si ritaglia, Jar Jar si rende complice della consegna dei poteri d’emergenza al Cancelliere Palpatine. L’atto che darà il via definitivo alla nascita dell’Impero!

Ed è a questo che è legato il triste destino del senatore di Naboo. Come apprendiamo dal romanzo Star Wars Aftermath: Empire’s End di Chuck Wendig, che uscirà la prossima settimana, Jar Jar è stato esiliato. La sua gente, infatti, non gli ha perdonato l’ennesimo grave errore.
Jar Jar Binks comparirà in una scena ambientata su Naboo, dove racconterà che a causa degli eventi del Senato, è stato cacciato e ripudiato dai suoi simili.  Ora è costretto ad esibirsi come clown per bambini, ignorato dagli adulti.

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.