Sospesi gli aiuti umanitari in Siria

Un convoglio di aiuti umanitari è stato bombardato a pochi km da Aleppo, in Siria.

Trasportava beni di prima necessità destinati ai civili intrappolati in zone di conflitto, e viaggiava con insegne molto visibili. Sono stati colpiti 18 camion, e al momento si pensa che ci siano circa 20 vittime.

A seguito dell’attacco le Nazioni Unite hanno deciso di sospendere le azioni umanitarie in corso in Siria, per tutelare l’incolumità dei loro operatori.

Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha accusato il regime di Bashar al-Assad, affermando che nessun gruppo ha ucciso più civili del governo siriano.

Gli Stati Uniti, invece, sospettano che il raid sia stato condotto da forze aeree russe.

Deborah Gianinetti

Deborah Gianinetti

Nata e cresciuta in un paesino sul lago d’Orta. Laureata in lettere moderne a Milano, si trasferisce a Verona, dove studia giornalismo e editoria. Appassionata di letteratura, serie tv, sport e politica. Amante dei posti freddi, ha però lasciato un pezzo di cuore in Brasile. Sogna di viaggiare per scrivere.