Il ritorno della Democrazia Cristiana

Pensavate che la DC fosse morta e sepolta con gli anni ’90 e il Sega Mega Drive?

Sbagliato! È pronta a risorgere, come Gandalf ne Il Signore degli Anelli.

Il giudice del tribunale di Roma Guido Romano, appartenente alla Terza Sezione Civile, ha accolto la richiesta di convocazione dei signori Luciani, Alessi, Grassi, Gubert e D’Agrò, a nome di oltre il 10% de soci Dc che nel 2012 rinnovarono l’iscrizione al partito. Il magistrato, con il decreto n. 7756/2016, ha disposto dunque che:

la convocazione dell’assemblea nazionale degli associati all’associazione non riconosciuta “Democrazia Cristiana” presso la Sala Leptis Magna dell’Hotel Ergife di Roma (Via Aurelia, n.619) per il giorno 25 Febbraio 2017 ore 21.00 in prima convocazione e per il giorno 26 Febbraio 2017 ore 10.00 in seconda convocazione per deliberare sul seguente ordine del giorno:
a) nomina del presidente pro tempore della riunione e del segretario verbalizzante
b) nomina del presidente dell’associazione
c) varie ed eventuali.

I nostalgici del partito di Giulio Andreotti potranno festeggiare, perché potrà essere attuata la sentenza della Cassazione n.25999 del 23 dicembre 2010 secondo la quale:

la Dc non è mai stata giuridicamente sciolta.

 

Alessio Scalzo

Alessio Scalzo

Cresciuto ad Agrigento, milanese dal 2009. Laureato in Lettere Moderne, esperto di editoria, dal 2016 abbraccia The Query come redattore e content editor.