Rio 2016 – Riassuntone

Siamo ormai giunti all’undicesimo giorno di gare in questa Olimpiade di Rio de Janeiro.
Vi proponiamo oggi un riassunto di quanto accaduto nei primi dieci giorni della competizione a cinque cerchi per quanto riguarda la spedizione italiana, con i nostri atleti che finora hanno ben figurato, con qualche exploit ma anche qualche delusione.

L’Italia è attualmente al quinto posto nel medagliere, con 8 ori, 9 argenti e 6 bronzi conquistati nei primi dieci giorni, per un totale di 23 medaglie. Con 8 ori, gli atleti azzurri hanno pareggiato il conto delle medaglie più pregiate conquistate nella precedente Olimpiade, quella di Londra 2012.

Screenshot_2016-08-16-12-50-18

Gli atleti che hanno conquistato l’oro sono: Niccolò Campriani (ben due ori per lui), Diana Bacosi e Gabriele Rossetti nel tiro a segno, Fabio Basile nel Judo, Daniele Garozzo nella scherma, Elia Viviani nel ciclismo su pista e Gregorio Paltrinieri nel nuoto. Particolarmente importante la doppietta di Campriani (carabina da 10m e 50m), che già a Londra aveva conquistato l’oro; così come la vittoria di Elia Viviani nella difficilissima specialità dell’Omnium, che ci regala una medaglia anche nel ciclismo. Fantastico poi l’oro di Greg Paltrinieri nei 1500sl, unica medaglia d’oro nel nuoto in vasca degli azzurri.

RIOEC8E04FA4Z_768x432

Le altre medaglie azzurre arrivano in gran parte dalla scherma (3 argenti) e dal tiro (3 argenti). Azzurri d’argento anche nel judo, nel nuoto in acque libere e nei tuffi, con la coppia Dallapé-Cagnotto. Cagnotto che chiude la sua carriera anche con un bronzo nella gara del trampolino da 3 metri. Gli altri bronzi arrivano dal canottaggio e dal nuoto (entrambi di Detti, 400sl e 1500sl).

Un po’ di delusione arriva dalla ginnastica artistica, dove la squadra italiana non ha raccolto nessuna medaglia. Manca all’Italia anche la medaglia di Federica Pellegrini, che chiude la sua carriera olimpica fuori dal podio, con un deludente quarto posto nei 200sl.
Enorme delusione anche nel ciclismo su strada, con Vincenzo Nibali sfortunatissimo, caduto nell’ultima discesa della gara mentre era al comando a giocarsi la medaglia d’oro.

1470806168970

Per quanto riguarda gli atleti più attesi di questa edizione delle Olimpiadi, si chiude al meglio la carriera di Micheal Phelps. Lo squalo di Baltimora vince 5 ori e un argento, e sempre più si conferma l’atleta più medagliato (28 medaglie totali) e più vincente (23 ori!!) della storia delle Olimpiadi. L’addio alle gare per The Kid ora è definitivo.
Grande protagonista anche Katie Ledecky, 19enne prodigio del nuoto americano, che porta a casa 4 medaglie d’oro e un argento.

Usain Bolt si è invece confermato l’uomo più veloce al mondo. Con il tempo di 9,80 si è aggiudicato la finale dei 100 metri davanti al rivale Gatlin, diventando il primo uomo della storia a vincere la gara più veloce delle Olimpiadi per tre edizioni consecutive, ed ha promesso spettacolo per la finale dei 200 metri.

 

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.