Racconti Europei – Portogallo campione!

Siamo purtroppo giunti alla conclusione di Euro2016 e, di conseguenza, anche della nostra rubrica dedicata ai campionati europei.

Il trofeo se lo aggiudica il Portogallo. I lusitani ribaltano il pronostico della vigilia, che li vedeva sfavoriti nei confronti della Francia padrona di casa, e portano a casa il primo trofeo internazionale della loro storia. A decidere la partita un goal di Éder ai supplementari, con il Portogallo che riesce nell’impresa di vincere senza la sua stella. Al minuto 25 infatti, Cristiano Ronaldo si accascia a terra tra le lacrime, costretto ad abbandonare il campo in barella in seguito ad un colpo subito nei primissimi minuti di gioco. Lacrime amare, che diventeranno lacrime di gioia al minuto 108, dopo la rete del vantaggio dei suoi.

 

 

La Francia invece perde un’altra finale a distanza di 10 anni dalla sconfitta del 2006 contro l’Italia, non riesce a conquistare il terzo sigillo europeo e allo stesso tempo la terza vittoria consecutiva nelle manifestazioni organizzate “in casa” (Europei 1984 e Mondiali 1998 entrambi vinti). Seconda sconfitta di rilievo anche per Griezmann, dopo la finale di Champions persa a Maggio, anche se le petit diable si conferma uno dei migliori dei suoi, ma questa volta non riesce ad incidere. Tra i transalpini buona anche la prova del centrocampista Sissoko, mentre decisamente incolore la prestazione di Payet, l’altro trascinatore della Francia in questi europei.

 

 

 

In conclusione possiamo dire di aver assistito ad un campionato europeo non particolarmente spettacolare, eccezion fatta solo per qualche partita (Spagna-Croazia e Polonia-Svizzera su tutte). Ci resterà il ricordo di una nazionale combattiva ma limitata, che ha comunque messo in difficoltà i campioni del mondo della Germania ed eliminato la Spagna; il ricordo dell’Islanda, giunta incredibilmente ai quarti, e del Galles, addirittura in semifinale; ed infine il ricordo delle due tifoserie più divertenti dell’europeo, quelle dell’Irlanda del Nord (Will Grigg’s on fire vi perseguiterà in ogni discoteca quest’estate!!) e dell’Irlanda.

 

 

L’appuntamento ora è al 2020, per il primo europeo itinerante della storia, che verrà giocato in 13 diverse città europee.

 

 

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.