Pronta l’estradizione in Usa per El Chapo

Nella giornata di oggi, un tribunale di Città del Messico ha respinto cinque ricorsi presentati dalla difesa del boss del narcotraffico Joaquín Guzman, detto “El Chapo”, portandolo così un po’ più vicino all’estradizione verso gli Usa.

Ora, al potente e sanguinario ex super boss del cartello di Sinaloa, non resta altro che un’ultima possibilità, cioè quella di ricorrere al Tribunale collegiale di protezione penale. Ricorso che probabilmente verrà presentato dagli avvocati della sua difesa già oggi.

El Chapo è stato catturato lo scorso Gennaio, dopo che era evaso, in modo alquanto spettacolare, dal carcere di El Altiplano. E non era la prima volta che Guzman riusciva nell’impresa di evadere. Adesso è tenuto prigioniero nelle carceri di Ciudad Juarez, sulla frontiera con El Paso, in Texas.
Secondo le autorità statunitensi, sarà possibile estradare El Chapo già nei primi mesi del 2017, in modo che la giustizia americana possa seguire il suo corso: il narcotrafficante, negli Stati Uniti, è accusato di omicidio, traffico di droga e riciclaggio di fondi.

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.