Il Piccione Viola: la genesi del fenomeno

Dimenticate il successo del Pulcino Pio. Abbiamo un nuovo pennuto a fare tendenza nel mondo. È il Piccione Viola!

Da qualche giorno spopola anche in Italia lo sticker creato da Syd Weller. La ragazza, che fa di mestiere il grafico pubblicitario, qualche tempo fa ha creato quello che in breve tempo è diventato un set di adesivi Facebook, chiamato Trash Doves.

Dapprima pensato per Ios, il Piccione Viola ha subito spopolato anche sul social network più famoso di tutti. Su Facebook, una prima “esplosione”del fenomeno si è avuta in Thailandia. La vera e propria mania esplosa nel paese del sud est asiatico ha “costretto” la Weller a pubblicare un’immagine per ringraziare il Paese del successo dell’adesivo.

 

Ma il grande successo del Piccione Viola non poteva certo restare confinato al sud est asiatico. Il pennuto ha preso il volo sul web, spinto anche dall’hashtag #purplebird. In Italia, la prima pagina social ad averlo proposto è stata La parte strana dell’internet. Ed ora le nostre bacheche sono invase dal Piccione che fa headbanging.
Come ogni moda, anche quella del Piccione Viola è destinata a tramontare, vedremo quanto in fretta.

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.