Giornata Mondiale della Poesia

21 Marzo, il primo giorno di Primavera cade la Giornata Mondiale della Poesia.

Giornata istituita dall’UNESCO nel 2000 e vuole simboleggiare anche la riscoperta e la rinascita all’espressione poetica.

Irina Bokova, direttore generale dell’UNESCO, per celebrare questa giornata ha deciso di citare William Shakespeare e lo fa con un passo di Sogno di una notte di mezza estate:

«L’occhio del poeta, rapito dal suo bel delirio, dirige lo sguardo dal paradiso alla terra: e, come la fantasia riesce a dar corpo alle cose sconosciute, la penna del poeta le traduce in forme e concede a un nulla fatto d’aria un luogo dove vivere e un nome». Per Bokova, «l’Unesco riconosce il valore della poesia come simbolo della creatività della mente umana. La poesia contribuisce all’espansione della nostra comune umanità e aiuta a rafforzarla, a renderla più solidale e più cosciente di se stessa». Inoltre, «le voci che trasmettono la poesia contribuiscono a valorizzare la diversità linguistica e la libertà d’espressione. Collaborano nello sforzo mondiale a favore dell’educazione artistica e alla diffusione della cultura».

 

Primo Vanadia

Nato a Palermo, appena finito il liceo si trasferisce a Milano, laureato in comunicazione e pubblicità. Fotografo, content media manager ed aspirante giornalista. Fonda Arte Rivista nel 2014 e The Query nel 2016, qualcosa sta cambiando.