Fotocopiagratis, copia-stampa-condividi

Fotocopiagratis.it è il nome, tanto semplice quanto attraente, del sito web che sta rivoluzionando la vita degli studenti universitari.

Un servizio nato verso la fine del 2014 da Roma che adesso è arrivato ad avere corner in 10 città italiane, il suo funzionamento è molto semplice, iscrivendosi al sito, si ha un numero di fotocopie giornaliere/mensile a disposizione, si carica il file e si sceglie il corner per il ritiro. Il risultato finale sarà un plico di fogli stampati con sul fronte il file richiesto e sul retro alcune pubblicità dei partner del servizio, molto spesso dei coupon sconto per i clienti. Si possono anche condividere le proprie fotocopie di appunti con altri studenti per far crescere la community.

12376134_1930521040506930_983322786429714995_n

 

Ne abbiamo parlato con Vincenzo Brattoli, HR and Legal Advisor di Fotocopiagratis, che ci ha raccontato qualcosa di più su questa avventura:

Quando avete avuto l’idea per questo servizio? E come siete riusciti a fare tanta strada dall’essere solo una startup al servizio su scala quasi nazionale che date adesso?

VB: L’idea è venuta ad Andrea Geremicca il nostro CEO e Founder che circa quattro anni fa, passeggiando per New York notò delle strisce pedonali molto particolari, erano tutte grigie, tranne una, bianchissima, su cui veniva promossa la marca di un noto detersivo americano che lo fece riflettere sulle nuove frontiere dell’advertising.

Abbiamo iniziato la nostra avventura l’11 ottobre del 2014 con l’apertura dei primi 2 corner a Roma e gradualmente abbiamo cercato di coprire tutto il territorio nazionale (attualmente siamo presenti con 18 corner che servono  circa 30 Università ),questa espansione è stata favorita sia dal successo avuto tra gli studenti universitari che hanno da subito intuito le potenzialità del nostro servizio, sia dai vantaggi che Fotocopiagratis offre ai centri stampa che entrando far parte del nostro network aumentano notevolmente il loro bacino d’utenza, fidelizzando gli studenti che hanno nei nostri corner un punto di riferimento.

Quanto è difficile la ricerca degli sponsor e secondo quale criterio vengono scelti?

VB: Sicuramente la ricerca degli sponsor all’inizio non è stata facile, ma grazie a degli sponsor istituzionali, come ad esempio la BCC ROMA, che hanno creduto in noi sin dall’inizio scommettendo su una start-up che aveva ancora tutto da dimostrare, siamo riusciti ad iniziare la nostra avventura e la nostra espansione. 

Con il passare del tempo grazie alla nostra ampia diffusione e all’aiuto datoci da una delle più importanti concessionarie pubblicitarie ,la Emotional srl, siamo riusciti a farci notare a livello nazionale stringendo importanti partnership con brand come Just Eat, Zalando e EF.

Per quanto riguarda il criterio di scelta degli sponsor che sono presenti sul retro delle nostre fotocopie, generalmente cerchiamo di scegliere i nostri partner commerciali con il fine di soddisfare le esigenze dei nostri utenti, che possono così usufruire delle promozioni e degli sconti che gli sponsor mettono a loro disposizione.

Avrete intenzione di estendervi al sud ed alle isole, ovviamente, se si in quanto tempo preventivate di riuscirci ?

VB: È una delle nostre priorità. Entro la metà di marzo apriremo il nostro primo corner in Sicilia e più precisamente a Catania, poi nel corso del 2016 grazie anche alla nostra Partrnership con Aiesec Italia inizieremo ad aprire i corner anche nel resto dell’Italia meridionale.

Qual è stata l’importanza dei social per la vostra diffusione?

VB: I social per noi sono importantissimi perché oltre a permetterci di farci conoscere a un pubblico sempre più ampio, ci danno la possibilità di raccogliere idee e suggerimenti da parte dei ragazzi per migliorare il nostro servizio, poiché i consigli che provengono dagli utenti sono fondamentali per capire le esigenze di una community che ormai conta più di 20.000 utenti registrati.

12247169_1919461118279589_3224441036436044474_n

Primo Vanadia

Nato a Palermo, appena finito il liceo si trasferisce a Milano, laureato in comunicazione e pubblicità. Fotografo, content media manager ed aspirante giornalista. Fonda Arte Rivista nel 2014 e The Query nel 2016, qualcosa sta cambiando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *