La mappa della disuguaglianza nel mondo

Il divario tra cittadini poveri e cittadini ricchi nel mondo è un dato di fatto. Sin da quanto l’uomo ha inventato la moneta, qualcuno è sempre stato in grado (più o meno lecitamente) di accumulare più ricchezze degli altri.
Oggi questo squilibrio come si presenta? Se lo sono chiesti anche gli studiosi del Buffet Institute for Global Studies di Evanston (USA), che hanno illustrato la situazione attuale con una mappa.

 

Fonte: Buffett Institute for Global Studies.
Fonte: Buffett Institute for Global Studies.

 

La rappresentazione grafica è stata realizzata attraverso il calcolo del Coefficiente di Gini, lo strumento più usato per rappresentare la disuguaglianza economica nel mondo.
Il sopracitato coefficente, inventato dallo statistico italiano Corrado Gini (quindi non siamo famosi solo per Pizza e Mandolino nel mondo?), serve a misurare la diseguaglianza di una distribuzione, per questo motivo è usato spesso come indice per determinare la diseguaglianza nella distribuzione del reddito o della ricchezza.

Come si può notare dalla leggenda sulla cartina, il coefficiente è un numero compreso tra 0 ed 1. Con il valore 0 si indica uno stato di pura equidistribuzione, dove tutti percepiscono esattamente lo stesso reddito, invece con il valore 1 si segnala una situazione di massimo squilibrio, dove una persona percepisce tutto il reddito del paese mentre tutti gli altri hanno un reddito nullo.

Nella cara vecchia Europa la situazione sembra stabile, con “picchi di eguaglianza” in Germania e nei paesi scandinavi, mentre la parte dell’Africa compresa nell’emisfero australe risalta parecchio: basti pensare al Sudafrica, dove l’estrema ricchezza e le bidonville non passano certo inosservate.

Un dato interessante è quello riguardante Brasile e Cina: entrambi i paesi sono contraddistinti da una forte crescita economica, ma non da un equa redistribuzione della ricchezza.

Da segnalare la situazione del Giappone: nonostante abbiano affrontato periodi di crisi economica, tsunami, disastri nucleari (mancava solo Godzilla), resta uno dei pochi posti al mondo con una distribuzione del reddito più equa tra i vari cittadini.

Alessio Scalzo

Alessio Scalzo

Cresciuto ad Agrigento, milanese dal 2009. Laureato in Lettere Moderne, esperto di editoria, dal 2016 abbraccia The Query come redattore e content editor.