I cibi più pericolosi del mondo

Dal pesce palla giapponese alla rana toro della Namibia, sono 17 i cibi più pericolosi del mondo.

E nell’elenco c’è anche un formaggio italiano, il Casu Marzu, che viene colonizzato dalle larve della mosca del formaggio. Prelibatezze e non quasi mortali, velenose e potenzialmente letali, che rendono il pasto una vera e propria roulette russa. A compilare la lista, pubblicata sull’Independent, è il sito di scommesse online Mr Gamez che ha realizzato un’infografica con i cibi diabolici, spiegando come mangiarli, quali parti portare in tavola, la provenienza, e alcuni dettagli sul grado di pericolosità. La pericolosità di alcuni cibi lascia perplessi (come gli anacardi o un tubero), mentre di altri ci si stupisce che esista qualcuno che li mangi davvero (cervello di scimmia e rana).

Ecco l’elenco: Fugo (pesce palla) dal Giappone, rana toro della Namibia, Ackee (frutto) della Giamaica, Sannakji (pesce crudo) della Corea, Blood Clams (vongole) da Shangai, Hakari (uno squalo) dalla Groenlandia, Casu Marzu dalla Sardegna, Echizen Curage (medusa) dal Giappone, Pangium edule (semi) dal Sud est Asiatico, Fesikh (pesce) dall’Egitto, Cassava (tubero) dal Sudamerica, Cervello di scimmia dall’Asia, Assenzio dall’Europa, Bacche di sambuco, Anacardi, Foglie di rabarbaro e infine Frutta stella o Carambola.

 

tumblr_inline_nycdtqoIRX1tclc16_1280

 

most-dangerous-food-on-earth-deadly-9

 

5c9ff04b71501042af472a46ecdec609

 

Flavia Irene Gatti

Flavia Irene Gatti

Nata fra i laghi bergamaschi. Cresciuta a pane e Guccini, libri e film. Mi laureo in Lettere moderne e nel frattempo scopro le serie tv. Vorrei viaggiare per scrivere e scrivere per viaggiare.