AT&T pronta per l’acquisizione di Time Warner

109 miliardi di dollari. Avete capito bene, CENTONOVE. È questa la cifra monstre messa sul piatto da AT&T, colosso delle telecomunicazioni statunitense, per l’acquisizione della società Time Warner.

Un affare non ancora concluso, perché deve ancora essere approvato dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, ma già approvato dai rispettivi consigli di amministrazione. Un affare che potrebbe cambiare il panorama della distribuzione e fruizione dei contenuti del pubblico statunitense.

Time Warner infatti, distribuisce al pubblico americano una varietà enorme di programmi: si passa dalle news della CNN alle grandi serie tv targate HBO (tra le quali, per citarne solo una, Game of Thrones), da Cartoon Network alla TNT, con i diritti esclusivi anche sul campionato NBA. Inoltre, non va dimenticato che Time Warner è proprietaria degli studios della Warner Bros, e quindi anche dei diritti dei suoi film, compresi quelli targati DC Comics.

L’intenzione di AT&T è quella di chiudere l’acquisizione entro la fine del 2017, intanto è già acceso il dibattito tra i sostenitori dell’iniziativa, considerata un bene per i consumatori, e coloro i quali vedono invece in questo passaggio di azioni una riduzione di scelta per gli utenti e una concentrazione di “potere” troppo ampia nelle mani di un’unica azienda.

Giorgio Di Leo

Giorgio Di Leo

Classe 1992, nato e cresciuto (ahimè!) nella provincia di Milano. Laureato in Scienze Politiche. Aspirante giornalista e amante del calcio e del basket, non posso che stravedere per Federico Buffa.