Il 25 novembre delle sorelle Mirabal

25 novembre: Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

La commemorazione di questa data è stata decisa da un gruppo di attiviste riunitesi a Bogotà nel 1981. E’ stato scelto proprio il 25 novembre in ricordo dell’omicidio delle sorelle dominicane Mirabal, commissionato dal dittatore Trujillo.

Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal sono un esempio di giovani donne rivoluzionarie, che persero brutalmente la vita a servizio dell’ideale di libertà.

Le tre Mariposas –così si facevano chiamare- combatterono strenuamente il regime totalitario del loro Paese. Furono tra le fondatrici del Movimento del 14 giugno, un’organizzazione clandestina rivoluzionaria che ben presto catturò l’attenzione di Trujillo. Nel gennaio del 1960 i membri del movimento vennero arrestati e torturati. Pochi mesi dopo le tre sorelle furono rilasciate, ma costrette agli arresti domiciliari.

Il 25 novembre 1960, mentre si stavano recando in carcere per visitare i loro mariti ancora reclusi, l’auto delle Mariposas venne intercettata. Furono uccise a bastonate, e i loro corpi vennero buttati in un dirupo per simulare un incidente.

Era evidente chi fosse il mandante. In una visita a Salacedo, Trujillo aveva esclamato: «Ho solo due problemi: la Chiesa cattolica e le sorelle Mirabal».

Il brutale omicidio risvegliò le coscienze dominicane, e diede loro il coraggio di ribellarsi dopo trenta anni di opprimente dittatura.

Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite confermò il 25 novembre come giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in memoria del grande sacrificio delle tre giovani sorelle.

 

La loro vita è raccontata in “Il tempo delle farfalle” di Julia Alvarez, da cui è stato tratto il film “In the time of butterflies” di Mariano Barroso.

1254

Deborah Gianinetti

Deborah Gianinetti

Nata e cresciuta in un paesino sul lago d’Orta. Laureata in lettere moderne a Milano, si trasferisce a Verona, dove studia giornalismo e editoria. Appassionata di letteratura, serie tv, sport e politica. Amante dei posti freddi, ha però lasciato un pezzo di cuore in Brasile. Sogna di viaggiare per scrivere.